Spaccapietra (Ceterach officinarum):

È una pianta medicinale conosciuta fin dall’antichità per le sue numerose proprietà. La cedracca, spaccapietra o Ceterach officinarum, è diffusa nell’Europa centrale e veniva utilizzata per risolvere i disturbi della milza. Oggi è apprezzata per la sua efficacia in ambito renale, ma può anche aiutare il fegato. Il principale vantaggio della spaccapietra è quello di eliminare tutte le ostruzioni che possono formarsi nel tratto urinario, aiutando a combattere  la calcolosi. Oltre alla proprietà di “spaccare” i calcoli, come indica il suo nome, quest’erba ha molte altre proprietà. L'erba spaccapietra, infatti riduce le infiammazioni e gli spasmi, calma il dolore, riduce la febbre (sconsigliato però nei bambini con meno di 5 anni), è leggermente lassativa, protegge e depura il fegato, elimina virus, batteri e vermi intestinali, aumenta la minzione ed è un potente diuretico (utile in caso di insufficienza renale), riduce la pressione arteriosa,  regola i livelli di zucchero e di colesterolo nel sangue e migliora la digestione. 

Orthosiphon aristatus: 

Grazie ai suoi effetti sulla pulizia del tratto urinario facilita il funzionamento di tutto l’apparato; l’ortosiphon si è rivelato molto efficace nel trattamento contro le infezioni nella vescica, impedendo che il problema si ripresenti in futuro. L’orthosiphon agisce come detox: in virtù delle sue proprietà diuretiche e rientra tra le erbe depurative per l’organismo. Uno dei motivi principali per cui gli abitanti di Giava consumano spesso quest’erba, è proprio quello della pulizia dell’organismo. L’ortosiphon funziona, infatti, come un detergente naturale e libera il corpo di tossine indesiderate e materiali estranei. Un aiuto contro i problemi respiratori: l'orthosiphon presenta una valida azione anche nel trattamento di problemi respiratori come l’asma e la tosse. Per renderla efficace contro i disturbi legati ai problemi respiratori, questa erba medicinale è spesso mescolata ad altre erbe che agiscono in modo sorprendente contro questa tipologia di disturbi. L'orthosiphon e pressione sanguigna alta: le sostanze chimiche presenti nell'ortosiphon contribuiscono a ridurre i livelli di pressione sanguigna. Alcuni studiosi ritengono che tale beneficio sia legato alle azioni anti-ossidanti e anti-infiammatorie dell’erba, grazie a componenti chimici che si sono rivelati utili negli studi effettuati in laboratorio. Proprietà antifungine dell’orthosiphon sono costituiti da composti che aiutano a prevenire la crescita dei parassiti e degli ospiti “indesiderati”; lo fanno spezzando la catena di alimentazione nutrizionale del fungo. Per questo motivo l’ortosifon può essere applicato alle aree in cui esiste un’infezione da funghi. Regolare gli zuccheri nel sangue con l'orthosiphon: lavorano in maniera molto efficiente nel trattamento dell’elevato livello di zuccheri nel sangue.  Studi scientifici hanno dimostrato che regola efficacemente i livelli di glucosio e può aiutare a controllare in modo efficiente il diabete.